Mette a punto la tua auto.
Seleziona una pagina

batteria-auto

A chi non è capitato, almeno una volta nella vita, di girare la chiave della propria auto e vederla non partire? Probabilmente è tutta colpa dalla batteria, il dispositivo che serve ad accumulare energia elettrica.
Ma partiamo dalle basi.

1) Che cos’è la batteria auto e a cosa serve?

Come abbiamo anticipato, la batteria auto è un dispositivo che accumula energia elettrica per poi erogarla nei momenti di necessità, non a caso viene chiamata anche accumulatore.
Come fa a immagazzinare energia? Mediante reazioni chimiche fra il piombo delle piastre e l’acido solforico usato per bagnarne le superfici, reazioni che liberano o assorbono elettroni a seconda che la batteria eroghi corrente oppure venga ricaricata.

L’accumulatore è fondamentale per diversi motivi, il più importante è l’avviamento del motore dell’auto. Tutti i motori devono girare ad un regime minimo per poter funzionare autonomamente; serve quindi un motorino elettrico che li “metta in rotazione” facendoli partire da fermi.
Per fortuna le batterie delle automobili vengono ricaricate automaticamente mentre la macchina è in funzione.

Ma quando la nostra auto non parte cosa possiamo fare?

2) Come ricaricare la batteria auto?

Le cause di una batteria auto scarica possono essere varie: dalla dimenticanza dei fari accesi, alle basse temperature dell’inverno. Inoltre, sulle automobili di nuova generazione, è possibile che la batteria auto si scarichi a causa del continuo utilizzo della connessione.
Ovviamente uno dei fattori più comuni ma che spesso viene sottovalutato è l’età della batteria. Con il passare degli anni, infatti, gli accumulatori perdono in termini la capacità di mantenere inalterata la carica.
In ogni caso, una batteria che si è semplicemente scaricata si può ricaricare e riportare alla sua piena capacità.
Basterà collegarla con degli specifici cavetti alla batteria di un’altra auto in moto, in modo da farle acquisire quel minimo di carica sufficiente per avviare il motore.

3) Ogni quanto cambiare la batteria?

Finora abbiamo parlato della situazione tipica di una batteria scarica, ma arriva un momento in cui, per vari motivi, è consigliato sostituirla.
Quali sono i segnali da tenere in considerazione per avere sempre sotto controllo la batteria della vostra auto?
Il primo è notare ogni quanto tempo si scarica. Se questa situazione dovesse ripetersi frequentemente significa che probabilmente l’accumulatore ha un difetto e va sostituito.
La seconda cosa molto importante da sapere è l’età della batteria.
Chiaramente, mentre un’automobile nuova ha una durata media molto lunga, con l’utilizzo del veicolo e il passare degli anni aumentano le dispersioni diminuisce la durata.
In generale, se la vettura è utilizzata correttamente la batteria auto può durare 4-5 anni.
Il nostro consiglio, in ogni caso, è di sostituirla sempre con una batteria ad elevati standard qualitativi come quelle Eurostart, che garantiscono alte prestazioni e una durata maggiore.

4) Cambiare la batteria, posso farlo da solo?

È arrivato il momento di cambiare la batteria, ma qual è quella giusta per il tuo veicolo?
La cosa migliore è affidarsi a un’officina specializzata, ma se voleste avventurarvi nell’acquisto di un nuovo accumulatore ecco alcuni suggerimenti.
La prima cosa da fare è sicuramente leggere il manuale della vostra auto, ma in generale le cose da sapere sono:

  • le dimensioni del gruppo batteria
  • l’amperaggio di avviamento (CCA)
  • la riserva di capacità (RC)

Le aziende produttrici di accumulatori di alta qualità come Eurostart, hanno un’ampia gamma di batterie per ogni tipologia di automobile.
Il nostro consiglio, qualora non si abbia particolare dimestichezza in questo campo ma si volesse comunque procedere da soli, è come sempre quello di farsi affiancare da una persona esperta o rivolgersi direttamente in officina.

I NOSTRI PARTNERS

Shares
Share This

Condividi!

Condividi questo articolo coi tuoi amici.