Caronte, Hannibal… no non stiamo parlando di letteratura e storia! L’estate 2018 si preannuncia la più calda di sempre, con i due anticicloni africani pronti ad entrate in azione fin da Giugno. La tua macchina (e soprattutto… te!) è pronta ad affrontarla? Hai ricaricato l’aria condizionata o fatto fare un rapido check up dalla tua officina di fiducia?

Ecco qualche consiglio utile per ricaricare l’aria condizionata, valutare i sintomi di un suo malfunzionamento, e fronteggiare “ben armati” l’estate che si avvicina!

Quando ricaricare l’aria condizionata

La ricarica dell’aria condizionata non avviene con una tempistica certa: a volte dopo 3-4 anni, a volte dopo 10, in alcuni casi (più rari e fortunati) la tua macchina non ne avrà mai bisogno. Tutto dipende dallo stato di salute dell’intero impianto, in particolare, dalle tubature e dei raccordi che col tempo (e a causa di vibrazioni e strade sconnesse) possono allentarsi e causare perdite del gas refrigerante.

Come puoi renderti conto che hai bisogno di ricaricare l’aria condizionata? Occhio a questi sintomi:

  • aria fredda completamente assente o non sufficiente
  • la macchina non raggiunge la temperatura desiderata (per macchine con clima automatico)

Se il tuo caso è in elenco, ti consigliamo un check-up presso la tua officina di fiducia che possa appurare se sia il caso di ricaricare o riparare l’impianto.

La ricarica dell’aria condizionata? Non sempre una soluzione definitiva

Come già accennato, finché non ci sono perdite dall’impianto, l’aria condizionata di una macchina potrebbe funzionare per decenni.

Per questo, in molti casi, limitarsi a “ricaricare l’aria condizionata” potrebbe non essere la soluzione definitiva, con il rischio dover rieffettuarla dopo qualche mese.

Rivolgetevi quindi sempre ad un professionista nonostante, nella rete, abbondino kit di ricarica aria condizionata fai-da-te: innanzitutto per avere la certezza che il lavoro venga fatto come si deve e senza farsi male, secondo perché l’officina è l’unica che possiede gli strumenti necessari per valutare, tramite diversi test, se l’impianto subisce perdite di gas consistenti che devono essere sanate.

misuratore ricarica aria condizionata

Parliamo dei costi di ricarica

Ricaricare l’aria condizionata costa, in media, dai 70 ai 100€ (manodopera compresa). Purtroppo la cifra può lievitare se c’è un guasto all’impianto, come ad esempio:

  • filtro antipolline intasato (30€): l’aria condizionata potrebbe non funzionare correttamente poiché c’è da cambiare il filtro abitacolo (clicca qui per sapere quando cambiarlo -> http://bit.ly/Quanto_Costa_Il_Filtro_Abitacolo)
  • compressore guasto (circa 350€ se rigenerato – circa 600€ se nuovo): il compressore aumenta la pressione dell’aria e consente il corretto circolo dell’aria fredda all’interno dell’impianto. È quel piccolo “rombo” che senti ad intermittenza quando accendi l’aria condizionata della tua macchina.

Aria condizionata: la manutenzione perfetta

Ricarica di aria condizionata mai fatta, neanche dopo 10 anni? No, non è solo fortuna! Ci sono infatti delle “buone norme” per tenere l’impianto sempre in forma e abbassare drasticamente, ed eccole qui:

  1. Evitare, per quanto possibile, le strade sconnesse. Aumentano la probabilità che si allentino le giunzioni dei tubi e si creino perdite.
  2. Lubrificare periodicamente le guarnizioni. Semplicemente facendo funzionare l’aria condizionata una mezz’ora ogni 15-20 giorni, anche d’inverno.
  3. Fare regolarmente il tagliando auto. Ad ogni tagliando si sostituisce il filtro abitacolo e si effettuano, se necessari, pulizia e igienizzazione dell’impianto di condizionamento che consentono di proteggere le parti dell’impianto da eventuali corrosioni e purificano l’aria (approfondisci in questo articolo l’importanza del tagliando auto -> http://bit.ly/I_Servizi_di_Tagliando_Auto)

ricarica aria condizionata

Cerca l’officina PuntoPro più vicina a te!

Trova l'officina PuntoPro più vicina!

Indirizzo
Raggio
Inizia la Ricerca »

I NOSTRI PARTNERS

Shares
Share This

Condividi!

Condividi questo articolo coi tuoi amici.