Trova l'officina PuntoPro più vicina »

Oggi parliamo di un piccolo apparecchio molto importante, utilissimo in caso di batteria scarica: lo starter per auto, conosciuto anche come avviatore d’emergenza. Ecco una piccola guida per aiutarti a scegliere quello giusto per il tuo veicolo.

Come funziona lo starter per auto?

A tutti sarà capitato, almeno una volta nella vita, di ritrovarsi con la batteria dell’auto completamente a terra: in questi casi, l’unico modo per ripartire è quello di collegarla con gli appositi cavetti alla batteria di un’altra automobile.

Purtroppo non sempre si ha la fortuna di trovare qualcuno disposto ad aiutarci: lo starter auto serve proprio a fornire alla batteria scarica quel tanto di corrente necessaria a far ripartire la macchina.

Gli avviatori d’emergenza non sono altro che delle powerbank (formate da una unità centrale dotata cavi di ricarica e morsetti), da tenere sempre in macchina per farla ripartire in situazioni di emergenza.

Il loro funzionamento è molto semplice, in quanto basta collegare i morsetti in dotazione al polo negativo e positivo della batteria scarica, azionare lo starter, attendere pochi secondi e accendere la macchina.

Una volto acceso il motore, è bene tenere la macchina in movimento per almeno 15 minuti ad alti regimi per permetterle di ricaricarsi, in quanto lo starter non serve a ricaricarla, ma solo a dare alla macchina la possibilità di ripartire.

Starter per auto: quale acquistare?

Di starter per auto in commercio ce ne sono molti, e il loro costo in media si aggira fra i 50 e i 100 euro o poco più.

Fondamentalmente, al momento di acquistare un avviatore di emergenza, i parametri da prendere in considerazione sono 3:

  • Tensione di uscita: nella stragrande maggioranza dei casi è a 12 Volt, compatibile con la quasi totalità del parco auto circolante.
  • Corrente di picco: si tratta del valore massimo di corrente che lo starter può fornire per permettere al veicolo di avviarsi (può variare dai 200 ai più di 2000 Ampere). Più il picco è alto e più lo starter è adatto a veicoli di grossa cilindrata.
  • Capacità batteria: si calcola in mAh e, più è alta, più avviamenti sarà in grado di permettere. In poche parole, con una capacità alta, lo starter sarà in grado, con una sola ricarica, di far ripartire l’auto più di una volta.

In linea generale, per auto da città, di cilindrata medio-piccola, vanno bene praticamente tutti i modelli di starter. In caso di auto di grossa cilindrata, è invece opportuno valutare bene capacità e corrente di picco.

Detto questo, vige sempre una regola importante: se la batteria della tua auto si è scaricata senza apparente motivo (non hai lasciato luci accese, non l’hai lasciata ferma per molto tempo, ecc…), è sempre bene farla controllare da un professionista che procederà, se necessario, alla sua sostituzione.

Officine Puntopro: la tua auto in mani sicure!

Sono ormai molti anni che il nostro Network di autofficine (le cui strutture partner sono presenti in tutta Italia) si prende cura di auto di ogni marca e modello, effettuando interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria, garantendo interventi precisi e tempestivi, a prezzi equi.

  • Le nostre officine sono oltre 1400, disseminate su tutto il territorio nazionale.
  • I nostri meccanici sono sottoposti a formazione continua, affinché rimangano sempre aggiornati.
  • Le strutture Puntopro effettuano revisioni e tagliandi periodici, anche su auto ancora in garanzia.
  • I ricambi utilizzati dai nostri professionisti sono sempre originali, o di qualità equivalente.

Cerca l’autofficina Puntopro più vicina a casa tua, e affida la tua vettura a chi ha fatto di questo lavoro la passione di una vita!

Trova l'officina Puntopro più vicina!

Indirizzo
Raggio
Inizia la Ricerca »

I NOSTRI PARTNERS