Mette a punto la tua auto.

Hai mai sentito parlare di candelette auto? Hanno qualcosa a che vedere con le candele? Ogni quanto vanno cotrollate e cosa succede quando funzionano male? In questo articolo tutto quello che è importante sapere per non incorrere in fastidiosi contrattempi.

Che cosa si intende per candelette?

Prima di parlare di come funzionano, è bene ricordare che candele e candelette non sono assolutamente la stessa cosa:

  • Le candele sono dispositivi in grado di generare una scintilla all’interno della camera di combustione dei motori a benzina. In pratica servono ad accendere il combustibile, provocando il movimento dei pistoni.
  • Le candelette vengono invece montate nei motori Diesel, detti ad accensione spontanea, in cui cioè la combustione è innescata da una compressione e non da una scintilla.

In pratica le candelette sono elementi incandescenti alimentati dall’impianto elettrico dell’auto, posti in prossimità degli iniettori, la cui funzione è quella di scaldare il combustibile, favorendone l’accensione a motore freddo.

A differenza delle candele, che funzionano ininterrottamente durante tutta la marcia dell’autovettura, producendo dalle 500 alle 1500 scintille al minuto, le candelette entrano in funzione esclusivamente all’accensione dell’auto, raggiungendo in pochi secondi altissime temperature, favorendo così l’autocombustione del gasolio a motore freddo. In pratica servono ad avviare il motore, e non a farlo funzionare.

Questo discorso è valido per le auto Diesel di vecchia generazione, perché quelle più recenti (a iniezione diretta), per accendersi non necessitano dell’aiuto delle candelette (a meno che la temperatura ambientale non sia al di sotto dello zero). Le candelette sono comunque ancora presenti su tutte le auto Diesel in quanto garantiscono un’accensione più fluida (e meno rumorosa) del motore, riducendo inoltre le emissioni nocive.

candelette auto funzionamento

Cosa succede quando le candelette non funzionano?

Premesso che le candelette hanno una durata maggiore rispetto alle candele, di norma andrebbero sostituite ogni 100.000 km circa, e sarebbe opportuno farle controllare dal proprio meccanico, soprattutto all’inizio dell’inverno quando, a causa delle basse temperature, l’accensione dell’auto potrebbe risultare difficoltosa con alcune candelette fuori uso.

Come possiamo accorgerci che qualcosa non va? E’ presto detto:

  • L’auto stenterà ad avviarsi, producendo del fumo bianco.
  • Una volta avviato il motore, il fumo diventerà scuro.
  • Noteremo un aumento nei consumi di carburante e un calo delle prestazioni.

Importante indicatore della salute delle candelette è la spia a forma di molla presente sul cruscotto: quest’ultima si accende appena giriamo la chiave di avviamento, per segnalarci che si sta riscaldando per favorire l’autocobustione del carburante.

Un volta acceso il motore, la spia dovrebbe spegnersi, in quanto la candeletta ha fatto il suo dovere. Se la spia rimane accesa, o si accende durante la marcia, qualcosa non va come dovrebbe, e sarebbe buona regola recarsi dal meccanico.

PuntoPro: onestà e professionalità al tuo servizio!

candelette auto puntopro

Le autofficine PuntoPro sono più di 1400 in tutta Italia: i nostri meccanici sono pronti a intervenire su auto di ogni marca e modello, garantendo professionalità, competenza e cortesia, a prezzi trasparenti.

  • Garantiamo interventi veloci e tempestivi
  • Avrai a tua disposizione staff di meccanici sottoposti ad aggiornamenti continui
  • Le riparazione e le sostituzioni dei pezzi da PuntoPro vengono effettuate esclusivamente con pezzi di ricambio originali o di qualità equivalente
  • Nelle nostre autofficine potrai sottoporre la tua auto a revisioni e tagliandi

Cosa aspetti a contattare l’autofficina PuntoPro più vicina a casa tua? Approfittando dell’iniziativa Check-Up Inverno, fino al 31 Dicembre potrai approfittare di controlli gratuiti e vincere tanti premi!

 

Trova l'officina PuntoPro più vicina!

Indirizzo
Raggio
Inizia la Ricerca »

I NOSTRI PARTNERS

Shares
Share This

Condividi!

Condividi questo articolo coi tuoi amici.